Studenti al Premio Venezia

Il 26 novembre 2021 la prof.ssa Gisella Galatà ha portato i suoi allievi di pianoforte ad assistere alla semifinale del “Premio Venezia” al Teatro La Fenice: una gita musicale di grande valore, a cominciare dal luogo che ha ospitato la competizione, oltre che un’occasione di arricchimento personale e di stimolo per la prosecuzione degli studi di pianoforte.

Indubbiamente una bella opportunità!


Incontriamoci tra le Note

Sarà Federico Occhipinti il giovanissimo pianista, allievo della docente Gisella Galatà, a rappresentare la Scuola Miari, domenica 28 novembre 2021, alla giornata di Incontriamoci tra le Note promossa a Quarto d’Altino (Venezia) da IrisMusica – Scuola di Formazione Musicale per riunire realmente, e non solo virtualmente, tutte le realtà che hanno partecipato all’edizione online del 2021 prima di chiudere l’anno solare.

L’incontro è stato pensato come maratona musicale e si terrà in un contesto natalizio all’aperto per l’intera giornata, con un’amplificazione di qualità dedicata ai diversi strumenti.

Federico eseguirà la Sonatina in re minore di František Benda (1709-1786) e la Siciliana da 11 Pezzi infantili di Alfredo Casella (1883-1947).
In caso di pioggia l’evento verrà spostato in chiesa.


Concerto 25 agosto 2021

Belluno – Corte di Palazzo Fulcis

mercoledì 25 agosto 2021 ore 21.00

AMORE CHE VIENI, AMORE CHE VAI Tributo alle più belle canzoni d’amore italiane

MovieTrio: Fabiano Maniero, tromba – Alessandro Modenese, chitarra –Erika De Lorenzi, voce

1. Vent’anni 2. Io che amo solo te 3. La canzone dei vecchi amanti  4. La cura 5. Il cielo in una stanza 6. Una lunga storia d’amore 7. La donna cannone 8. Mi sono innamorato di te 9. Vedrai vedrai 10. Se stasera sono qui 11. Te lo leggo negli occhi, Fortissimo, Legata ad un granello di sabbia, Io che non vivo 12. Anna e Marco 13. Quando 14. Amore che vieni, amore che vai  15. La canzone dell’amore perduto 16. Battisti medley: Pensieri e parole, Il mio canto libero, Io vorrei non vorrei

Il MovieTrio nasce nel 2006 grazie all’amicizia tra il trombettista Fabiano Maniero, il chitarrista Alessandro Modenese e la cantante Erika De Lorenzi. Si presenta come una formazione del tutto nuova nel panorama musicale nazionale, un connubio artistico e umano che ha voluto fondere suoni classici ad atmosfere ricche di timbri anche elettronici che si rifanno alla musica soul-jazz o leggera.

Fabiano Maniero ha suonato sotto la direzione di direttori quali R. Muti, L. Maazel, Sir J. E. Gardiner, Sir C. Hogwood, E. Inbal. M. Viotti, J. Tate, J. Temirkanov, D. Kitaenko, Z. Metha, G. Pretre, R. Chailly, M. W. Chung. Come prima tromba solista ha collaborato con I Solisti Veneti diretti dal maestro C. Scimone, con l’Orchestra A. Toscanini di Parma, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, il Teatro Comunale di Treviso e l’Orchestra Donizetti di Bergamo. Nel 1984 si diploma a Padova sotto la guida del M° C. Michieli, in seguito si perfeziona con A. Ghitalla, P. Thibaud, S. Burns, R. Martin e G. Parodi. Nel 1997 consegue il diploma di concertista con il massimo dei voti presso il Conservatorio Superiore di Zurigo sotto la guida del M° C. Rippas. Nel 1998 è vincitore del posto di Prima Tromba dell’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Varie sono le partecipazioni ad incisioni con orchestre ed ensemble, come solista ha inciso vari CD Venice Trumpet and Organ in Concert (1996) in duo con l’organista Silvio Celeghin, Dolce Sentire…. I grandi temi religiosi e dell’olocausto (2001) e Musica Celeste, temi d’autore a Maria (2003) con l’organista Silvio Celeghin e il soprano Silvia Calzavara (www.dolcesentire.it). Con il Sestetto di Ottoni e percussioni dell’O.R.T incide nel 2006 Gli Ottoni… al Cinema!, un cd interamente dedicato alle grandi colonne sonore e nel 2008 Gli Ottoni tornano… al Cinema! È stato docente di tromba nei bienni accademici di specializzazione 2004/2005 e 2005/2006 presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Attualmente è docente presso il Conservatorio Statale di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. www.fabianomaniero.it

Alessandro Modenese ha iniziato nel 1979 a Padova a studiare chitarra classica e, alcuni anni dopo, chitarra jazz, non disdegnando tuttavia l’approfondimento di tecniche chitarristiche abbinate ad altri generi musicali quali il rock e il blues. Nel 1987 inizia ad esibirsi in ambito nazionale con varie formazioni musicali, proponendo un repertorio a 360° che spazia dalla musica da piano bar all’intrattenimento musicale in generale, dal gospel al jazz. Nel 1989 inizia anche l’attività solistica, in teatri e locali, affiancandola a quella di compositore e arrangiatore di musiche per il teatro e la danza. È da sempre impegnato nell’armonizzazione e nell’adattamento per sola chitarra di brani e musiche di ogni tipo, coniugando tale attività con la sperimentazione di nuove sonorità e tecnologie abbinante alla musica e alla chitarra in particolare.

Erika De Lorenzi ha studiato canto jazz con il M° D. Wilkes Benini e continua poi negli anni a studiare e a ricercare una propria dimensione vocale, mettendosi alla prova con vari generi e formazioni musicali. Ha studiato canto lirico e tecnica vocale con la Prof.ssa Daniela Battaglia Damiani. Ha cantato come solista e corista in diversi cori gospel svolgendo numerosi concerti in tutta Italia e esibizioni live. È stata impegnata come protagonista del musical Spettacolo Spettacolare tratto dal film Moulin Rouge di B. Luhrmann e come interprete del musical Rockadelica, rivisitazione del film The Committments, ideati e proposti dall’Associazione Mouge di Padova. In linea con i suoi studi universitari, si è specializzata nell’educazione musicale per l’infanzia e promuove progetti per l’educazione musicale giovanile, come il progetto di cori Moviechorus, di cui è ideatrice e direttore artistico www.moviechorus.it. Nella fortunata occasione del suo concerto a Padova del 18 febbraio 2009, Erika ha duettato con Gianni Morandi nella canzone Grazie Perché e il 5 maggio 2012 con Riccardo Fogli al Teatro Verdi di Padova.

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

Si ricorda l’utilizzo della mascherina nel rispetto delle distanze e delle norme anti Covid-19. Le modalità di accesso potranno cambiare in riferimento ad eventuali sopraggiunti nuovi decreti e nuove ordinanze relative all’emergenza sanitaria in corso.

In caso di pioggia il concerto sarà annullato.

 


Concerto 16 agosto 2021

Belluno – Corte di Palazzo Fulcis

lunedì 16 agosto 2021 ore 21.00

MEDITERRANEA

Alberto Mesirca, chitarra – Luis Lanzarini, sax

Gianmartino Durighello (1961), Shir Hashirim Suite

David Eres Brun (1980), Notre Dame

Gianmartino Durighello, Shuvah Adonaj

Isaac Albèniz (1860 – 1909), Granada

Enrique Granados (1867 – 1916), Danza española n. 5 “Andaluza”

Astor Piazzolla (1921 – 1992), Oblivion – Histoire du Tango: Bordel 1900 – Café 1930 – Nightclub 1960

Vincitore del Gramophone Prize 2020 per Miglior Concept Album con Hugo Ticciati e O/Modernt, Alberto Mesirca, chitarrista classico, si è diplomato al Biennio Esecutivo Specialistico presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto con 110, lode e menzione speciale d’onore, sotto la guida del M° Volpato. Ha compiuto il Konzert-Examen presso la Musikakademie di Kassel, con W. Lendle, con menzione d’onore. È stato nominato “Young Artist of the Year” ai Festival di Aalborg, Danimarca, e di Enschede, Olanda e “Rising Star” al Festival Gitarre Wien 2009. È stato vincitore per tre volte della prestigiosa “Chitarra d’oro” presso il Convegno Internazionale di Alessandria, come miglior esordiente e due volte per miglior disco dell’anno. Oltre alle centinaia di concerti come solista in tutta Europa (Concertgebouw di Amsterdam, Rundetaarn di Copenhagen, Helsinki City Hall, Auditorium di Valencia, Teatro Regio di Parma, Palazzina Liberty di Milano, Kunstforum di Vienna, Conservatorio di Barcellona, Los Angeles Meng Hall, La Verdi di Milano), ha suonato con Dimitri Ashkenazy, Vladimir Mendelssohn, Daniel Rowland, Domenico Nordio, Marcelo Nisinman, Ex Novo Ensemble. Ha pubblicato opere per Edizioni Curci, Chanterelle, Zimmermann, Rai Trade. Ha all’attivo numerose incisioni, con molte premieres, tra cui opere di Giulio Regondi, Graham Whettam, Carlo Boccadoro, Claudio Ambrosini, Padre Donostia. Angelo Gilardino, Leo Brouwer, Dusan Bogdanovic hanno scritto composizioni a lui dedicate. Il volume (da lui curato, con introduzione di Hopkinson Smith e Franco Pavan) contenente le Fantasie inedite di Francesco da Milano trovate nel manoscritto del 1565 di Castelfranco Veneto è stato pubblicato e distribuito da Editions Orphee. In collaborazione con Marc Ribot ha inciso l’integrale per chitarra sola del compositore haitiano Frantz Casséus. A dicembre 2011 Alberto è stato nominato Responsabile dell’Archivio Musicale della Biblioteca Nazionale di Istanbul. Nel 2013 il suo disco “British Guitar Music” ha vinto la “Chitarra d’oro” come miglior disco dell’anno. A Los Angeles presso la Guitar Foundation of America ha eseguito la prima mondiale di Due Ritratti Italiani di Angelo Gilardino e la prima americana di Feuillet d’album di Giulio Regondi. Nel campo della musica barocca suona regolarmente con la cantante Romina Basso, con la Finnish Baroque Orchestra e con il clavicembalista Michael Hell.

Apprezzato come solista e direttore, Luis Lanzarini si è diplomato in Sassofono con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto sotto la guida del M° Giampaoletti, perfezionandosi in seguito con i più importanti nomi del panorama mondiale. Ha studiato inoltre Organo e Composizione Organistica con il M° Libertucci e Direzione d’Orchestra con il M° Tamayo presso il Conservatorio della Svizzera Italiana in Lugano. Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, ha all’attivo concerti in Italia, Russia, Stati Uniti, Brasile, Australia, Lituania, Slovenia, Croazia e Città del Vaticano, esibendosi in rassegne quali il “Ravenna Festival”, il World Saxophone Congress, lo “Stage Internazionale del Sassofono”, il Festival “Siberia-Asia-Europa” e il “US Navy Band International Saxophone Symposium”. Come solista ha interpretato le più importanti pagine del repertorio classico quali J. Ibert, A. Glazounov, H. Villa-Lobos, D. Milhaud. Fa parte del MAC Saxophone Quartet, una delle formazioni più attive del panorama nazionale, con il quale ha fondato un festival internazionale e un’Accademia di divulgazione musicale. Ha inciso per EMI, ArteSuono, Audio Records, Diastema. Ha collaborato inoltre con importanti artisti sia del panorama classico sia della musica leggera, quali R. Plano, Elisa, The Kolors, L. Cottifogli, A. Mesirca, G. Libertucci e V. Sivilotti, esibendosi su RAI, Mediaset – Canale 5 e Sky. Molto attivo sul versante contemporaneo, gli sono state dedicate composizioni da G. Durighello, R. Molinelli, D. Eres-Brun, D. Lazzaron, R. Cameron-Wolf. È docente di sassofono presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Ravenna e tiene regolarmente masterclass e corsi di perfezionamento in accademie italiane e straniere, in particolar modo presso il Conservatorio di Castelfranco e il “D. Hvorostovsky Siberian State Institute of Art” in Russia. È artista endorser D’Addario.

Service audio-luci a cura di Marco Melis, studente della classe di Musica Elettronica – Tecnico di Sala di registrazione del Conservatorio.

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

Si ricorda l’utilizzo della mascherina nel rispetto delle distanze e delle norme anti Covid-19. Le modalità di accesso potranno cambiare in riferimento ad eventuali sopraggiunti nuovi decreti e nuove ordinanze relative all’emergenza sanitaria in corso.

In caso di pioggia il concerto sarà annullato.


Note d’Estate

Concerti d’estate a Belluno nella Corte di Palazzo Fulcis, organizzati da Conservatorio di Musica “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (TV), Scuola di Musica “Antonio Miari” e Comune di Belluno, Camera di Commercio di Treviso e Belluno, in collaborazione con Fondazione Teatri delle Dolomiti e Palazzo Fulcis.

lunedì 16 agosto 2021 ore 21.00

MEDITERRANEA

Alberto Mesirca, chitarra – Luis Lanzarini, sax

Musiche di G. Durighello, D.E. Brun, I. Albéniz, E. Granados, A. Piazzolla

mercoledì 25 agosto 2021 ore 21.00

AMORE CHE VIENI, AMORE CHE VAI Tributo alle più belle canzoni d’amore italiane

MovieTrio: Fabiano Maniero, tromba – Alessandro Modenese, chitarra – Erika De Lorenzi, voce

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

Si ricorda l’utilizzo della mascherina nel rispetto delle distanze e delle norme anti Covid-19. Le modalità di accesso potranno cambiare in riferimento ad eventuali sopraggiunti nuovi decreti e nuove ordinanze relative all’emergenza sanitaria in corso.

In caso di pioggia i concerti saranno annullati.

 

 

 


Festa Europea della Musica

La Scuola di Musica “Antonio Miari”, insieme al Comune di Belluno e al Conservatorio di Musica “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (TV), partecipa anche quest’anno alla Festa Europea della Musica con un concerto del chitarrista francese Eric Franceries. Saranno eseguite musiche di autori spagnoli e francesi di Otto e Novecento.

Il concerto, preceduto da un’introduzione dell’Ottetto di Chitarre “The Klock” della Scuola, guidato dalla prof.ssa Barbara Dalla Valle, si terrà domenica 20 giugno 2021 alle ore 18.00 nella Corte di Palazzo Fulcis a Belluno. In caso di maltempo il concerto sarà spostato al Teatro Comunale di Belluno.

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

Si ricorda l’utilizzo della mascherina nel rispetto delle distanze e delle norme anti Covid-19.

Eric Franceries emerge come uno dei chitarristi più talentuosi della sua generazione. Il suo stile, che unisce virtuosismo e rigore, è una vera delizia per gli amanti di questo strumento. È all’età di otto anni che l’artista comincia ad accostarsi alla musica, sotto la guida del padre, Marc Franceries. Dopo aver studiato per qualche tempo chitarra e fagotto, si qualifica per questi due strumenti con la medaglia d’oro, al Conservatorio di Toulouse per il primo, e al Conservatorio di Lione per il secondo. Forte di questo doppio percorso come fagottista e chitarrista, Eric Franceries sceglie di dedicare la sua carriera alla chitarra e ottiene il Primo Premio al CNSM (Conservatoire National Supérieur de Musique) di Parigi, nella prestigiosa classe di Alexandre Lagoya. Vincitore di diversi concorsi internazionali (Carpentras, Sassari, Radio-France), moltiplica i suoi concerti in tutto il mondo, dal Giappone agli Stati Uniti, passando per tutti i paesi d’Europa, sia come solista sia in formazioni cameristiche. Nell’universo della chitarra classica, il suo percorso eclettico lo contraddistingue: l’elenco dei suoi partner musicali è più che impressionante e di prim’ordine, includendo artisti come Claude Bolling o ancora Jean Pierre Rampal, vicino ai quali la sua tecnica e sensibilità destano meraviglie. Fornendo un insegnamento apprezzato dai suoi coetanei, porta la sua esperienza pedagogica in numerose Masterclass in tutto il mondo (Polonia, Germania, Svezia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Singapore, Russia, Stati Uniti, Cina).


Incontriamoci tra le note 2021

La rassegna INCONTRIAMOCI TRA LE NOTE 2021, organizzata dall’Associazione irsMusica di Marcon (Venezia) e a cui la Scuola di Musica “Miari” aderisce da ben 12 anni,  quest’anno si svolgerà in modalità on-line.

Andrà in onda tutte le sere alle ore 20.30 da domenica 23 maggio a domenica 6 giugno in diretta streaming sul canale di YouTube https://youtube.com/c/irismusicaassociazioneculturale

“La formula” – come fa sapere l’Associazione – “studiata per rendere rendere l’ascolto più agile, è stata quella di inserire in ogni appuntamento tre ragazzi. I protagonisti dei DUE concerti che registreranno maggiore ascolto (più persone connesse durante la trasmissione del concerto) riceveranno un riconoscimento speciale e saranno invitati a suonare dal vivo nell’ambito delle iniziative musicali estive di irisMusica”.

Gli studenti della Scuola “Miari” saranno presenti nelle seguenti date:
– martedì 25 maggio Amelda Saliu, flauto (docente preparatore: prof.ssa Luisa Nalato);
– sabato 5 giugno Ottetto di chitarre “The Klock” (docente preparatore: prof.ssa Barbara Dalla Valle).

 


Mac Saxophone Quartet

La rassegna Strumenti in mostra si chiude venerdì 9 ottobre 2020 con i 10 Years of Mac Saxophone Quartet. Il concerto, previsto nella Corte di Palazzo Fulcis, in caso di maltempo si terrà nella Sala Teatro del Centro Giovanni XXIII a Belluno, ore 17.00.

Stefano Pecci saxofono soprano, Luis Lanzarini saxofono alto, Alex Sebastianutto saxofono tenore e Valentino Funaro saxofono baritono presentano un repertorio che va dalla musica trascritta al repertorio originale per sax: musiche di P. Ros, D. Scarlatti (trascrizione di G. Pierné), P. Marzocchi, G. Sollima, M. Nyman, Z. de Abreu, R. Galliano, A. Piazzolla, J. Girotto.

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

Il MAC Saxophone Quartet è nato nel 2010 ed è composto da musicisti con importanti collaborazioni e numerosi primi premi in concorsi internazionali. Laureati con lode si sono in seguito perfezionati con artisti illustri come J.M Londeix, C. Delangle, V. David, JY Formeau, F. Mondelci, M. Gerboni, M. Marzi. Hanno collaborato con orchestre sinfoniche quali l’Orchestra Accademia del Teatro Alla Scala di Milano, Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Orchestra G. Verdi di Milano, Orchestra del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra FVG Mitteleuropa. Hanno un’intensa attività concertistica che li ha portati ad esibirsi in Italia (Ravenna Festival, Biennale di Venezia, Stage Internazionale del saxofono, etc.) e all’estero (Russia, Stati Uniti, Brasile, Australia, Lituania, Slovenia, Croazia, Germania, Austria, Libano, Oman). Il MAC Saxophone Quartet si è esibito in prima mondiale al “World Saxophone Congress” di Zagabria ed è stato l’unico gruppo europeo a suonare in occasione del 39° U.S. Navy Band International Saxophone Symposium di Washington D.C. Molto apprezzato dalla critica e dal pubblico per i lavori discografici “Faces”, “Zahir” (contenente solo brani dedicati) e “Viaje”, il MAC S.Q. si è distinto in questi primi 10 anni con molteplici progetti fra cui spiccano le prestigiose collaborazioni con gli artisti R. Plano (Indiana University), L. Cottifogli e V. Sivilotti. Il MAC Saxophone Quartet tiene regolarmente corsi di perfezionamento ed è fondatore del MAC Saxophone Meeting Riardo (CE) e del Pontebba Saxophone Festival (UD). MAC Saxophone Quartet è un team endorser “D’Addario”, il prestigioso brand internazionale di accessori musicali.


Bentornata Operetta

Domenica 4 ottobre 2020 ore 17.00, per la rassegna “Strumenti in mostra”, nella Corte di Palazzo Fulcis a Belluno: Gran gala con le più famose melodie delle operette

Musiche di R. Benatzky, C. Lombardo, V. Ranzato, J. Strauss figlio, J. Offenbach, E. Kálmán, F. Lehár

Atelier di Canto lirico Agogica

Elisabetta Battaglia soprano, direzione

Giovanni Campello pianoforte

Marica Adrogna, Michela Antonioli, Laura Basso, Angela Breda, Alex Cerantola, Emma De Zen,

Bruno Genovese, Sara Meneghetti, Danila Tasca, Veronica Rampado voci

Ingresso libero solo su prenotazione:

tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

In caso di maltempo i concerti si terranno nella Sala Teatro Giovanni XXIII in Piazza Piloni – Belluno.


www.contemporaneamenteantico

STRUMENTI in MOSTRA
Concerti al museo 2020

Con la riapertura delle iscrizioni (fino al 25 settembre) per l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021, la Scuola “Miari” dà vita alla seconda edizione della rassegna “Strumenti in MostraConcerti al Museo” che porta nella Corte di Palazzo Fulcis i colori degli strumenti musicali attraverso le esecuzioni di affermati interpreti e giovani talentuosi.

Il primo appuntamento in programma è con il gruppo Accademia Il Giardino delle Muse nella formazione composta da Simone Erre (flauti dolci, direzione), Giorgio Cassetta (flauti dolci) e Benedetta Ferracin (flauti dolci). Il concerto www.contemporaneamenteantico prevede l’esecuzione di musiche per tre flauti dolci dal XII al XX secolo.

L’ensemble, nato nel 2001, è di formazione variabile e riunisce importanti e affermati musicisti nell’ambito della musica antica. Fondato e diretto da Erre ha al suo attivo concerti in Italia e all’estero all’interno di prestigiosi festival.

In collaborazione con il Conservatorio di Musica “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (Treviso)

CORTE DI PALAZZO FULCIS – BELLUNO ore 17.00
Ingresso libero solo su prenotazione
tel. 0437 956305 – e-mail prenotazionimuseo@comune.belluno.it

In caso di maltempo il concerto si terrà
nella Sala Teatro Giovanni XXIII in Piazza Piloni – Belluno